Firenze e One Planet Living

Data

Se tutti gli abitanti del mondo vivessero come un europeo medio avremmo bisogno di 3 pianeti sui quali vivere. One Planet Living è un’iniziativa alla quale diverse città, quartieri e comunità aderiscono in tutto il mondo. Lo scopo è quello di proporre uno stile di vita più sostenibile: quello secondo il quale, per condurre le nostre esistenze, useremmo le risorse di un solo pianeta, e non di 3.

Il progetto di ricerca sul restyling estetico ed energetico delle facciate di alcune vie fiorentine, da poco iniziato, si inserisce in una immaginaria pianificazione dell’area in questione secondo la logica di “One Planet Living”, rispondendo a molti dei requisiti del programma.

I principi su cui si base One Planet Living sono dieci: emissioni zero, rifiuti zero, trasporti sostenibili; utilizzo di materiali locali e sostenibili per le costruzioni; possibilità, per gli abitanti, di potere accedere a cibi prodotti localmente; corretta e sostenibile gestione delle acque. E poi ancora: previsione di spazi per la natura; attenzione alla cultura locale e all’eredità storica e sociale degli abitanti; equità economica e prezzi sostenibili per gli abitanti; salute e serenità.

EMISSIONI ZERO: il restyling delle facciate aiuta ad abbattere le dispersioni termiche, riducendo considerevolmente i consumi energetici. Interviene inoltre integrando negli edifici esistenti sistemi fotovoltaici e di solare termico per la produzione di energia pulita ed acqua calda.

UTILIZZO DI MATERIALI SOSTENIBILI: il restyling delle facciate fiorentine sarà effettuato attraverso l’utilizzo di tecnologie e materiali provenienti dalle filiere toscane.

CORRETTA E SOSTENIBILE GESTIONE DELLE ACQUE: il restyling sostenibile mira ad integrare sistemi di recupero delle acque piovane dai tetti degli edifici.

EQUITA’ ECONOMICA E PREZZI SOSTENIBILI: gli interventi potranno avere “costi contenuti” tramite appositi listini concordati con i partner; incentivi e sgravi fiscali potranno essere elementi che contribuiranno ad abbattere i costi degli interventi.

SALUTE E SERENITA’: gli edifici, in seguito agli interventi di restyling, offriranno agli abitanti una migliore qualità della vita indoor, abbattendo il livello di polveri ed allergeni, evitando la formazione di ponti termici ed infiltrazione di umidità.

Come si vede, la qualità degli edifici gioca un ruolo chiave nella sostenibilità ambientale di una città, o anche di un solo quartiere: forse, in un futuro non lontano, potremo parlare di ecoquartieri. Tuttavia per completare il quadro sarebbero necessari altri interventi, integrati e mirati a garantire una pianificazione sostenibile complessiva, che contempli in modo coordinato tutti gli aspetti della vita delle comunità, dalla gestione dei rifiuti ai trasporti ecologici. In altre parole, un’urbanistica che non si limiti più a dire “quanto”, ma soprattutto “come”.

Altri
articoli

BBA-Architetti & Partners s.r.l.